• banner

Vantaggi del pulsossimetro

Vantaggi del pulsossimetro

La pulsossimetria è particolarmente conveniente per la misurazione continua non invasiva della saturazione di ossigeno nel sangue.Al contrario, i livelli di gas nel sangue devono altrimenti essere determinati in laboratorio su un campione di sangue prelevato.La pulsossimetria è utile in qualsiasi ambiente in cui l'ossigenazione di un paziente è instabile, comprese le impostazioni di terapia intensiva, operatorie, di recupero, di emergenza e di reparto ospedaliero, piloti di aerei non pressurizzati, per la valutazione dell'ossigenazione di qualsiasi paziente e per determinare l'efficacia o la necessità di ossigeno supplementare .Sebbene un pulsossimetro venga utilizzato per monitorare l'ossigenazione, non può determinare il metabolismo dell'ossigeno o la quantità di ossigeno utilizzata da un paziente.A tale scopo è necessario misurare anche i livelli di anidride carbonica (CO2).È possibile che possa essere utilizzato anche per rilevare anomalie nella ventilazione.Tuttavia, l'uso di un pulsossimetro per rilevare l'ipoventilazione è compromesso con l'uso di ossigeno supplementare, poiché è solo quando i pazienti respirano aria ambiente che le anomalie nella funzione respiratoria possono essere rilevate in modo affidabile con il suo utilizzo.Pertanto, la somministrazione di routine di ossigeno supplementare può essere ingiustificata se il paziente è in grado di mantenere un'adeguata ossigenazione nell'aria ambiente, poiché può far sì che l'ipoventilazione non venga rilevata.

Per la loro semplicità d'uso e la capacità di fornire valori di saturazione di ossigeno continui e immediati, i pulsossimetri sono di fondamentale importanza in medicina d'urgenza e sono anche molto utili per i pazienti con problemi respiratori o cardiaci, in particolare BPCO, o per la diagnosi di alcuni disturbi del sonno come l'apnea e l'ipopnea.Per i pazienti con apnea ostruttiva del sonno, le letture della pulsossimetria saranno comprese tra il 70% e il 90% per gran parte del tempo trascorso a cercare di dormire.

I pulsossimetri portatili a batteria sono utili per i piloti che operano su aerei non pressurizzati sopra i 10.000 piedi (3.000 m) o 12.500 piedi (3.800 m) negli Stati Uniti, dove è richiesto ossigeno supplementare.I pulsossimetri portatili sono utili anche per alpinisti e atleti i cui livelli di ossigeno possono diminuire ad alta quota o con l'esercizio.Alcuni pulsossimetri portatili utilizzano un software che traccia l'ossigeno nel sangue e il polso di un paziente, servendo come promemoria per controllare i livelli di ossigeno nel sangue.

I progressi della connettività hanno consentito ai pazienti di monitorare continuamente la saturazione di ossigeno nel sangue senza una connessione cablata a un monitor ospedaliero, senza sacrificare il flusso dei dati dei pazienti ai monitor al posto letto e ai sistemi centralizzati di sorveglianza dei pazienti.

Per i pazienti con COVID-19, la pulsossimetria aiuta a rilevare precocemente l'ipossia silenziosa, in cui i pazienti sembrano ancora a proprio agio, ma la loro SpO2 è pericolosamente bassa.Questo accade ai pazienti sia in ospedale che a casa.Una bassa SpO2 può indicare una grave polmonite correlata a COVID-19, che richiede un ventilatore.


Orario postale: 08-mar-2022